Marjolein Bastin: illustratrice e scrittrice

Marjolein Bastin è una nota artista naturalista olandese, scrittrice e illustratrice di libri per bambini. Nasce nel 1943 da John Henri uit den Bogaard, insegnante e fotografo e Pia uit den Bogaard. La madre sapeva che quando sollevò la piccola Marjolein dalla sua carrozzina e la mise nelle mani della natura, stava mettendo la natura nelle mani di Marjolein.

Amante della natura sotto tutti gli aspetti, sin da piccola amava sdraiarsi nell’erba e osservare il la natura. Il panorama, gli odori e i suoni del mondo che la circondava.

Da bambina il suo gioco preferito era raccogliere oggetti semplici della natura: pigne, semi e fiori.

Non appena fu in grado di usare pennello e matita iniziò a immortalare la bellezza della natura con schizzi e dipinti, trovando ispirazione nell’illuminazione di un uccello su un ramo o di una foglia che si asciuga nel sole autunnale.

Frequentò l’Accademia delle Belle Arti di Arnhem, in Olanda.

Marjolein è anche molto legata alla sua famiglia. Risiede con suo marito Gaston e trascorrono le loro vite insieme tra case di campagna in Olanda, in Svizzera e nel Missouri, vicino al quartier generale di Hallmark. Ha anche un ritiro tropicale nelle Isole Cayman che è stata l’ispirazione per il suo lavoro “Caribbean Blue”.

Ogni luogo in cui soggiorna o visita fornisce ispirazione per le opere d’arte che condivide con il mondo.

Marjolein fa passeggiate quotidiane per trarre ulteriormente ispirazione. Continua persino a collezionare oggetti lungo il percorso, spesso riportandoli alla sua scrivania, dove lavora ogni giorno dalle prime ore del mattino a sera disegnando e dipingendo a memoria, con una fotografia o le sue collezioni sulla sua scrivania. Le sue opere sono molto dettagliate e spesso includono i suoi pensieri ispiratori intrecciati attraverso l’arte.

  

I suoi più grandi lavori includono suo figlio e figlia Mischa e Sanna, che le hanno regalato due splendidi nipoti.

Sebbene i suoi genitori siano passati, rimangono un’altra parte cruciale della sua ispirazione. Può sentirli vicino negli odori della vita che la riportano indietro a quei primi giorni in cui ha sperimentato le morbide erbe verdi che si affacciano sulle rive del fiume Vecht.  “Quando sono nei boschi intorno a casa nostra a raccogliere rami di agrifoglio e pigne per il nostro tavolo delle vacanze, sento mia madre lì con me. E anche mio padre. Da qualche parte in me. Tutti quelli che amiamo vivranno per sempre nei nostri cuori “.

Mentre rimangono nel suo cuore, crea arte per il mondo.

Uno dei suoi personaggi più noti è Vera the mouse, il topo che ha disegnato più di trenta anni fa. La prima pubblicazione fu nel 1985.  

   

   

Per sentirsi veramente felici, amati e completi, Vera aveva bisogno di amici intorno a lei; amici per condividere felicità, tristezza, problemi, opportunità e tutto il resto. La vita è fondamentale per i suoi amici; si affidano a lei per essere lì per loro quando è necessario, per intrattenerli quando sono annoiati, per dar loro da mangiare quando sono affamati e per tenerli al sicuro quando incombe il pericolo. Gli amici di Vera hanno tutti una personalità unica, abbastanza simile in alcuni casi alle persone nella vita di Marjolein.

“Sono incredibilmente grata”, Bastin guarda alla sua vita. “Posso sempre aprire la porta ed uscire. Poi ho le margherite, gli alberi, gli uccelli, le farfalle. Rimarrà sempre con me. Quando non ci sarò più, la meravigliosa vita continua”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *